Poliziesco

I 10 migliori film polizieschi della storia del cinema

Attenzione! Per “dieci migliori film” non si intendono necessariamente i più belli, ma i più importanti, quei film cioè che, per un motivo o per un altro, hanno influenzato e dato un forte contributo alla storia del cinema, o sono stati innovativi o particolarmente rappresentativi di un periodo o di un sottogenere.

Kiss Me Deadly1 Un bacio e una pistola (Kiss me deadly) – Robert Aldrich (1955): In un momento imprecisato degli anni ’50 le atmosfere del noir classico iniziano a cedere. Nuovi linguaggi, nuove caratterizzazioni si adattano ai temi investigativi e criminali e sorge il genere poliziesco. Il capolavoro di Aldrich prende il via da un semplice autostop e un assurdo incidente. L’investigazione che ne scaturisce procede accumulando tensione, sviluppando una storia che, esattamente come in Pulp Fiction, ruota intorno al misterioso contenuto di una valigetta. Il finale quasi apocalittico e orrorifico, totalmente inatteso, è uno dei più belli del genere.

In-The-Heat-Of-The-Night2 La calda notte dell’ispettore Tibbs (In the heat of the night) – Norman Jewison (1967): Cinque Oscar per un poliziesco atipico dove l’investigazione si fonde con i temi razziali. Ad interpretare il protagonista c’è infatti Sidney Poitiers, primo attore di colore a vincere l’Oscar che già aveva affrontato il tema in Indovina chi viene a cena?

Bullitt-Steve-McQueen3 Bullitt – Peter Yates (1968): Poliziesco duro, crudo, fondamentale per gettare le basi di ciò che sarebbe stato sviluppato negli anni ’70. Inseguimenti d’auto, Steve McQueen come protagonista, un precursore del genere.

shaft-richard-rountree4 Shaft – Gordon Parks (1971): Alle nuove generazioni questo personaggio è più noto probabilmente per il remake con Samuel L. Jackson, ma questo film originale, in cui il protagonista era interpretato da Richard Roundtree, ha dato il via al genere blaxpoitation, che nei primi anni ’70 coniugava violenza e persone di colore. Il genere omaggiato da Tarantino in Jackie Brown.

ispettore callaghan5 Ispettore Callaghan: il caso “Scorpio” è tuo (Dirty Harry) – Don Siegel (1971): Dare una nuova vita a Eastwood dopo quella del pistolero senza nome sembrava impossibile. E invece Siegel gli assegna il ruolo di uno dei poliziotti più iconici della storia. Crudo, asciutto e realistico.

Serpico6 Serpico – Sidney Lumet (1973): Il personaggio sofferente interpretato da Al Pacino è uno dei simboli del cinema dell’epoca. Qui immerso in un sistema marcio, senza speranza, ultimo baluardo di una polizia pulita, che rifiuta di piegarsi alla corruzione, e quindi destinato ad essere sconfitto.

vivere e morire7 Vivere e morire a Los Angeles (To live and die in L.A.) – William Friedkin (1985): Nella carriera del regista non c’è solo L’esorcista. Violento, cupo, pessimista e senza speranza, il film con William Petersen e William Defoe è immerso in una Los Angeles come mai si era vista al cinema, raccontata da una colonna sonora fantastica.

violent cop8 Violent Cop (Sono Otoko, Kyobo ni Tsuki) – Takeshi kitano (1989): Un poliziotto violento, come dice il titolo, che oppone tutta la propria forza contro la Yakuza in Giappone. Kitano spazia dal gangster al poliziesco al drammatico con grande semplicità: qui costruisce un film quasi terribile nel suo pessimismo e nella sua violenza senza speranza.

le iene9 Le iene (Reservoire Dogs) – Quentin Tarantino (1992): L’heist movie più atipico della storia del cinema, quello che segna il debutto di Tarantino alla regia. Qui la dimensione poliziesca del tutto è soffocata dal doppio gioco del personaggio interpretato da Tim Roth e dalle sirene in lontananza che accompagnano il finale.

Heat10 Heat – Michael Mann (1995): Dopo essersi divisi la gloria nel secondo atto della trilogia del Padrino, Robert De Niro e Al Pacino appaiono per la prima volta insieme in una scena. Risultato è un grande film, ambizioso e carico, forse troppo, ma che vince per atmosfere e, inevitabilmente, per interpretazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...