Dragon Trainer 2 (2014): recensione

Tra rimandi all’universo dello Studio Ghibli, ispirati temi musicali, un team che perde un regista, ma conferma tutto il resto della squadra, Dragon Trainer 2 è l’episodio centrale della trilogia che racconta la maturazione di Hiccup. Niente draghi, almeno non ancora. Questo è, ovviamente, anche il loro film, ma è chiaro come il nucleo centrale sia il passaggio di responsabilità, traumatico quanto basta, da una generazione all’altra. In ciò il film diretto ancora una volta da Dean DeBlois – manca Chris Sanders – vince la propria scommessa. La costruzione dell’ennesimo franchise della DreamWorks, che a differenza della rivale Pixar non si è mai fatta troppi problemi con i sequel, sceglie una strada più cupa, non necessariamente più matura. Guadagna forse in prospettiva, ma rinuncia a qualcosa nell’immediato. Comunque un sequel assolutamente dignitoso.

Dragon Trainer 2

Continua a leggere

Annunci
Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Le 5 leggende (2012): recensione

Allo stesso modo in cui Megamind era figlio indiretto dello stesso approccio di Mostri contro alieni, Le 5 leggende (Rise of the Guardians) prosegue su quella stessa scia positiva tracciata due anni prima da Dragon Trainer. Il miglioramento è tangibile. Ancora una volta alla scoperta di un universo mitico, parallelo al nostro, che si integra con eleganza e che ha la forza di presentare una visione coerente ed epica, a misura di bambino e di adulto. Una fiaba natalizia diversa (innanzitutto perché è ambientato a Pasqua, forse un caso unico), piacevole e animata splendidamente, sulla quale si avverte la mano produttiva di Guillermo Del Toro.

Le cinque leggende

Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Madagascar 3 (2012): recensione

Con un grado di indifferenza verso trama, logica e personaggi come mai se ne erano visti fino a quel momento, Madagascar 3 è il trionfo della follia e del non sense, una caccia globale che procede per azione funambolica e forzature varie. Più vuoto del vuoto, di questa trilogia che non solo non arresta il suo cammino – uscirà anche il quarto capitolo – ma ormai apre le braccia ad uno spin-off totalmente dedicato agli scatenati Pinguini, non è rimasto molto altro da dire. In questo episodio circense le redini rimangono nelle mani degli storici Eric Darnell e Tom McGrath, ai quali si aggiunge Conrad Vernon e, in fase di sceneggiatura, Noah Baumbach. Il risultato? Follia afro.

Madagascar 3

Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Il gatto con gli stivali (2011): recensione

Più vicino al Zorro interpretato al cinema dal doppiatore Antonio Banderas che al personaggio della saga di Shrek, Il gatto con gli stivali è uno spin-off sorprendente e originale, la fusione improbabile di un’ambientazione a metà fra Spagna e Messico e personaggi fiabeschi tra i più lontani tra di loro. Non c’è molta logica, ed è chiaro come la DreamWorks sia decisamente più di bocca buona sullo sfruttamento dei propri brand di successo rispetto ai rivali della Pixar. Eppure, contro ogni aspettativa, c’è del buono in questo spin-off che tradisce tutto e tutti, dalla fiaba originale alla saga dell’orco verde da cui deriva direttamente.

Il gatto con gli stivali

Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Kung Fu Panda 2 (2012): recensione

Proseguono in questo secondo capitolo – Jeffrey Katzenberg ha dichiarato che si potrebbe addirittura arrivare a sei film – le avventure del goffo panda guerriero Po. Dopo aver salvato la valle della pace, contro ogni previsione, nel primo film, stavolta per lui e i “cinque cicloni” si imporrà un lungo viaggio per salvare addirittura la Cina da una terribile minaccia. Kung Fu Panda 2 alza il tiro, rimette sul tavolo la posta e vince la scommessa, con un film più profondo, più grande e insospettabilmente più divertente del primo. Tanta ottima azione e comicità nel ritorno di Jack Black in quello che rimane uno dei suoi ruoli migliori e in quello che si conferma come il franchise più in forma della DreamWorks.

Kung Fu Panda 2

Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Megamind (2010): recensione

Cambia il genere, la formula rimane la stessa. Nello stesso anno in cui nelle sale arriva Cattivissimo Me, un altro villain ottiene il posto sotto i riflettori in un film d’animazione. Megamind è l’ennesima variazione sul tema centrale di Shrek, inquadrata in quello che, già nel 2010, poteva già essere definito come il sottogenere dei film di supereroi. Gli Incredibili sono lontani, troppo lontani, e nemmeno la carica vitale di Will Ferrell riesce a strappare il suo personaggio caratteristico dalla linearità e rigidità alla quale sembra condannarlo questo prodotto troppo prevedibile e dimenticabile.

Megamind Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Shrek e vissero felici e contenti (2010): recensione

The Final Chapter. Con queste parole viene accompagnato l’annuncio dell’uscita del quarto episodio della serie di Shrek. I capitoli progettati inizialmente dalla DreamWorks erano cinque, con l’ultimo che avrebbe dovuto esplorare le origini dell’orco verde, raccontando in che modo fosse giunto nella famosa palude in cui lo troviamo all’inizio, ma le cose andarono diversamente. Shrek e vissero felici e contenti è quindi la conclusione di una delle serie d’animazione più di successo del cinema, un quarto capitolo inevitabilmente stanco e spossato dal peso delle responsabilità dei film precedenti – Shrek e Shrek 2 – e deciso a chiudere la vicenda senza eccessi e senza troppi rischi. Guardabile, nulla di più.

Shrek 4

Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Dragon Trainer (2010): recensione

Tratto dai libri di Cressida Cowell, Dragon Trainer del 2010 è uno dei più maturi e interessanti film d’animazione della DreamWorks. Non ha la potenza rivoluzionaria di uno Shrek, ma è altrettanto originale nel battere strade completamente diverse rispetto a quasi tutto ciò che era stato mostrato fino a quel momento. Il merito va alla visione di Chris Sanders e Dean DeBlois, la coppia di registi che già aveva realizzato Lilo & Stitch, uno dei classici Disney più originali in un momento di crisi dello studio d’animazione. Dragon Trainer è una fiaba epica, coraggiosa, ben raccontata e animata splendidamente. È il primo capitolo di quella che si annuncia essere una nuova e lunga serie animata, ed è la DreamWorks al suo meglio.

Dragon Trainer Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Mostri contro Alieni (2009): recensione

Omaggi come se piovesse al cinema di genere degli anni ’60 e ’70, in un film d’animazione che non offre molto più di ciò che l’immediato titolo suggerisce. Mostri contro alieni gioca ancora una volta sulla parodia e sul gusto della commedia da applicare, senza filtri, ai vari generi e ai vari contesti, secondo una formula che a questo punto della storia della DreamWorks è un marchio di fabbrica. Se il design lascia particolarmente a desiderare, rimane la novità della protagonista femminile assoluta, praticamente la prima (eccezione in parte per Galline in fuga) in tanti anni di produzioni. Pedale schiacciato sul nonsense, conflitti interessanti appiattiti sulla comicità infantile.

Mostri contro alieni Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento

Madagascar 2 (2008): recensione

In pratica abbiamo Madagascar 2, seguito del primo, sgangherato e divertente capitolo, che si rifà al Re Leone, riprendendo fin dal prologo quell’idea alla base di Uno zoo in fuga, che probabilmente aveva plagiato il primo Madagascar, ma che deriva soprattutto da Alla ricerca di Nemo. Semplice no? Per la DreamWorks sembra esserlo, o più che altro non sembra importante porsi troppe domande nel momento in cui un sequel è così ovvio e giustificato da non lasciare troppo spazio all’esigenza di costruire una storia che vale la pena raccontare. Quello che accade in questo Madagascar 2 non è tanto diverso dagli ultimi capitoli di Shrek: si prende un primo film dissacrante e caotico e lo si normalizza, mantenendo una follia di facciata però inquadrata in una storia che più classica non può.

Madagascar 2 Continua a leggere

Pubblicato in DreamWorks Animation, Speciali e saghe | Contrassegnato | Lascia un commento